Se ti dico Morgana, pensi ad una figura che non sai bene se sia una fata o una strega.

Nelle leggende di Artù e i cavalieri della Tavola Rotonda viene chiamata Fata Morgana, ma con fata non si intende una creatura buona ma solo una creatura che ha poteri soprannaturali.

Morgana è la sorellastra di Artù, figlia della stessa madre ma di padri diversi. I due figli (due di nove) sono cresciuti divisi ma educati insieme da Merlino che li ha iniziati alle arti magiche. Lei è diventata una strega potente e ha usato questo potere per distruggere suo fratello, di cui è sempre stata gelosa, guidando il complotto che porterà alla caduta del regno di Britannia.

Se la guardiamo come simbolo, Morgana è una donna che crede nei suoi poteri, che ha passioni forti che cambiano il mondo. Non si ferma davanti a nulla.

Morgana è il titolo del podcast di Michela Murgia.

Storie di donne

Ogni puntata del podcast ha questa intro che ti porta subito nel loro mondo:

Morgana è la casa delle donne fuori dagli schemi. Donne controcorrente, strane, pericolose, esagerate, stronze e a modo loro tutte diverse e difficili da collocare. Donne che vogliono piacersi e non compiacervi, un po’ fate e molto streghe, belle e terribili insieme.

In ogni puntata, che è stata scritta da Michela Murgia e Chiara Tagliaferri, si racconta di una Morgana, una donna che a modo suo ha rivoluzionato il mondo che le stava intorno. La voce di Michela Murgia è quella di una canta-storie e anche questa è una piccola rivoluzione, perché per la prima volta è una donna a raccontare le storie. E poi intervengono le voci delle protagoniste, registrazioni e ogni tanto una risata che è quella della Morgana che si risveglia dentro ogni donna quando c’è da combattere.

È un podcast che racconta battaglie personali di riconoscimento, storie di desideri delle donne che vogliono essere viste dal mondo per quello che sono e per la scintilla che portano dentro.

Il vero argomento di Morgana è l’individualità della donna come valore della diversità, che è una ricchezza per tutto il mondo perché fa brillare il genio.

 

Le Morgane

Una bella sorpresa per gli ascoltatori è la varietà di mondi da cui provengono le donne: letteratura, moda, cinema, pattinaggio, serie tv, chiesa, musica, circo – solo per citarne alcune. Il podcast esce una volta al mese dal giugno del 2018 e le storie che ci sono già sono più di 10.

In qualsiasi ecosistema si trovino le donne-morgane, Michela Murgia e Chiara Tagliaferri le vanno a scovare e ce le raccontano. Per farvi un’idea vi citiamo solo qualche nome delle donne di cui sentirete parlare: Madonna, Margaret Atwood, Santa Caterina da Siena, Moira Orfei, le sorelle Brönte, Vivienne Westwood, le donne di Game of Thrones.

Podcast che raccontano

Forse vi starete chiedendo come possano convivere tipi di podcast così diversi come Veleno (di cui vi abbiamo raccontato qui) e come questo, che parlano di storie. Anche Morgana come Veleno racconta la realtà, nel senso che racconta storie di donne vive o vissute. Non ha una conclusione né un fil rouge nelle trame delle storie se non raccontare la loro essenza: il loro essere donne libere che vogliono lasciare un segno in questo mondo.

Sia Veleno che Morgana ci hanno insegnato che i podcast sono una potenza quando raccontano la vita, così come quando narrano i mondi interiori.